Giuria

La giuria di ‘PRODOTTO FOOD 2017’  si compone di tre diversi livelli che vengono considerati di pari importanza (un terzo ciascuno del giudizio finale) :

1) NIELSEN   –  Leader mondiale nelle informazioni di marketing e nella rilevazione di dati sui consumi e sull’utilizzo dei media per comprendere al meglio il consumatore, passaggio fondamentale nei processi decisionali utili a far crescere le aziende. Le misurazioni di Nielsen, perfezionate negli anni grazie ai costanti processi innovativi, forniscono un quadro completo del mercato, sia che si tratti di media, beni di consumo, telecomunicazioni o pubblicità. Nielsen collabora al Premio FOOD fornendo la dimensione  delle performances di vendita dei prodotti candidati misurata dal panel attivo presso ipermercati, supermercati e libero servizio operanti in Italia.

2) GIURIA DEGLI ESPERTI – Valuta i prodotti mostrati durante una sessione di votazione dando un giudizio assoluto e uno relativo rispetto alle strategie di comunicazione, all’attività sul web&social, al positioning e al concept del item candidato, al servizio offerto, al prezzo proposto, al packaging e al livello di innovazione proposto.   La giuria della seconda edizione 2016 era composta da : Cristina Alfieri (direttore responsabile FOOD), Gabriella Bergaglio (marketing manager TNS Italia), Bruno Berni (managing director CFI Group), Giuliano Dell’Orto (direttore creativo Robilant Associati), Marco Cuppini (direttore centro studi e comunicazione Indicod ECR), Enzo Grassi (managing director Catalina Marketing Italia), Romolo De Camillis (retailer director Nielsen Italia), Filippo Genzini (titolare Around Marketing), Gino Lugli (partner Achieve Global), Bruno Pacini (head of industry food,beverage&GDO Intesa San Paolo), Alice Andrei (responsabile comunicazione Fiere di Parma), Luca Vergani (Ceo MEC Global), Alessandro Villoresi (presidente MEC Global).

3) GIURIA DELLA DISTRIBUZIONE –  Buyer, category, manager delle principali catene distributive operanti in Italia valutano via web i prodotti candidati dando un giudizio assoluto e uno relativo alle strategie di trade marketing, al packaging, alla eco-attenzione, all’innovazione proposta, all’attività di category, al rapporto qualità/prezzo.